Dicembre 2021 - Cometa Leonard

Un posto nuovo


Capanne di Cosola, 6 Dicembre. Luna e Venere, sulla destra il profilo del Monviso a 167 km di distanza

Un posto nuovo per noi, una zona che da tempo mi incuriosiva, ma non avevo mai avuto l'opportunità di frequentare. In effetti da Torino è piuttosto scomodo arrivarci, circa 3 ore di auto, di cui l'ultima ora sono 41 Km di impervie strade montane strette, sconnesse e piene di curve: ma ne è valsa la pena. In giornata o per una notte è improponibile, ma per un weekend lungo ne vale assolutamente la pena. A dir la verità non siamo venuti qui per osservare, troppo freddo per noi in questa stagione, ma per fare delle escursioni. Però è Luna Nuova e in cielo in questo periodo c'è una cometa, la Leonard (C/2021 A1) che sta dando spettacolo. Molti nostri amici l'hanno già osservata e fotografata, noi non ancora. Quindi tra doposci e scarponcini abbiamo infilato anche un binocolone 20x80 con un cavalletto e puntato la sveglia alle 5 del mattino. Ah, il posto: il triplice confine Piemonte - Emilia Romagna - Lombardia, Pian dell'Armà e Passo del Giovà.


Domenica 5 Dicembre

Siamo arrivati su ieri sera verso le 19 e ci siamo sistemati nel parcheggio di Pian del Poggio, un gruppetto di case in una conca poco sotto Pian dell'Armà e Passo Giovà. Al nostro arrivo c'era un po' di nebbia, ma tempo di cenare è venuto fuori un cielo pazzesco.
Sono quattro case, ma ci sono tantissimi lampioni e riuscire ad osservare la cometa, questa mattina, è stata un'impresa. Ho dovuto nascondermi all'ombra del camper e di alcuni alberi per riuscire a vederla. Che bella! Trovata facilmente con il binocolo, mi sono accorto di poterla scorgere anche ad occhio nudo, come una debole stellina sfocata. Ovviamente senza coda, che invece si vede benissimo nel binocolo. La chioma è di forma regolare, tonda, molto sfumata con il nucleo di aspetto stellare. La coda è lunga circa un paio di gradi, molto tenue, soprattutto la parte più distante dalla chioma e risulta essere parecchio collimata all'osservazione visuale. C'è un po' di umidità nell'aria e gli oculari si appannano dopo alcuni secondi secondi di osservazione, per cui sono costretto a fare alcune pause per permettere loro di spannarsi. Il cielo è una favola. Ritorno al calduccio sotto le coperte dopo una mezz'oretta.
Al mattino, dopo colazione, ci spostiamo al Passo Giovà per fare un'escursione sul Monte Lesima. Troviamo un bel parcheggino a lato della strada, innevato e solitario e decidiamo di passare la notte qui. Stavolta lontani dalle luci e con un panorama a 360°. Assistiamo ad un bellissimo tramonto con Luna, Venere, Saturno e Giove che si stagliano nel cielo di Sud-Ovest.


Lunedì 6 Dicembre

Nuova sveglia alle 5, vestizione e uscita al gelo. Cielo molto bello e subito inquadro la cometa che si è spostata di ben 4° attraverso il Bootes. L'aria è più secca e non si appannano gli oculari, così posso fare l'osservazione con più tranquillità. Vedo meglio la coda, molto dritta e collimata, molto molto tenue alla sua estremità e più luminosa e leggermente più stretta in prossimità della chioma. Quest'ultima è più luminosa in centro e molto sfumata sui bordi, ampia forse un 15', sempre di forma circolare. Si vede bene il nucleo di aspetto stellare. Bella, bella, bella! Ritorno a dormire al calduccio.
Oggi escursione, non ridete, sul Monte Chiappo, proprio sul triplice confine tra Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte, partendo da Pian dell'Armà. C'è un forte vento gelido e ci mettiamo a ridosso del bar, chiuso, al riparo dal vento e al Sole che ci riscalda un pochettino. Il panorama da qui è meraviglioso: 360° di vista che spaziano dal mare fino al gruppo del Rosa e al Cervino (a quasi 190 Km da noi). Si vede tutta la catena alpina, dalle Marittime fino sicurametne alle Retine. Vediamo anche le Alpi Apuane, a 100 Km direzione Sud-Est. E in cielo osserviamo la Luna e Venere, a Est del Sole, prima con il binocolo, un 8x30, poi anche ad occhio nudo. La Luna ha una fase poco superiore al 6%, ed è raro riuscire a vederla in pieno giorno ad occhio nudo. Un po' più difficilotto vedere Venere, ad una decina di gradi ad Est ma ci riusciamo.
A cena ci spostiamo a Capanne di Cosola, sul confine Emilia Romagna - Piemonte dove vediamo uno dei più bei tramonti di questi ultimi tempi. Il Sole tramonta alle 16.45 ora locale dietro le Alpi Marittime mentre a Sud Luna e Venere si stagliano nel cielo ancora chiaro, e poi appaiono Saturno e Giove. Il pianeta con gli anelli è quasi a metà strada tra Venere e Giove, un po' più vicino a quest'ultimo. Un meraviglioso quadretto sospeso sulle montagne all'orizzonte, da cui svetta il profilo del Monviso, a 167 Km da noi. E verso Est osserviamo l'ombra della Terra che avanza sull'atmosfera, proprio dietro al Monte Lesima. Spettacolo meraviglioso!
Dopo cena ritorniamo a dormire al Passo Giovà, nel "nostro parcheggino".


Martedì 7 Dicembre

Ancora una volta sveglia alle 5 e uscita al gelo. La cometa ora è sotto la caratteristica forma del Bootes, e viaggia in direzione Chioma di Berenice e Serpente, sempre a circa 4° al giorno. Anche questa mattina la vedo ad occhio nudo come una debole stellina sfocata. C'è un cielo pazzesco che con il 20x80 mi permette di riuscire a intuire delle vaghe striature nella coda della cometa. Osservazione che andrebbe confermata da fotografie. Rimango una mezz'ora ad osservare, prima di rientrare e continuare il sonno.
Dato che oggi è un'altra meravigliosa giornata, ancora più limpida delle precedenti, decidiamo di tornare sul Monte Chiappo, questa volta salendo dal versante Sud, da Capanne di Cosola. Salutiamo la nostra postazione notturna e ci spostiamo. Tornati sul Monte Chiappo ammiriamo nuovamente lo spettacolo che si offre ai nostri occhi. C'è meno foschia e riusciamo a vedere oltre a tutto l'arco alpino, il tratto di costa e il mare fino ad Albenga. Vediamo le Isole di Bergeggi e la Gallinara. E verso Nord la città di Milano. Purtroppo Torino è nascosta dalla dorsale del Monte Ebro, però vediamo il Rocciamelone, a quasi 180 km di distanza. E in cielo osserviamo nuovamente la Luna e Venere. Oggi Venere è meglio visibile di ieri e si trova ad Ovest della Luna.
Tornati a Capanne di Cosola, ci cambiamo e scendiamo a Rocchetta Ligure per la cena e passare la notte sulle sponde del Torrente Torbora. Il cielo si sta coprendo ed è prevista neve, meglio stare a quote più basse e su strade meno impegnative. Inutile mettere la sveglia per la mattina.

Mercoledì ci alziamo alle 8.30 sotto una magnifica nevicata, ricoperti da una decina di cm di neve fresca! Ma che soddisfazione: abbiamo passato tre fantastiche giornate, senza una nuvola. Abbiamo osservato di notte la cometa e di giorno Luna e Venere, senza contare i due meravigliosi tramonti con Luna, Venere, Saturno e Giove. E adesso tornare a casa sotto la nevicata è la ciliegina sulla torta!


Torna a Uscite